Pianeta Femdom & Cuckold

Reply

La scoperta delle Corna (Parte IV), La nascita di un Nuovo Cuckold

« Older   Newer »
view post Posted on 27/1/2012, 16:49 Quote
Avatar

Junior Member

Group:
Administrator
Posts:
35

Status:


Inutile star qui a descrivere tutto ciò che provavo subito dopo la presa di coscienza di essere un Cornuto. Perché? Perché per descrivere tutti gli stati d'animo, i dubbi, e le possibilità vagliate in quel periodo, farei notte...
Dopo qualche giorno le chiesi semplicemente di dirmi quando si vedeva con Claudio. Lei fu molto carina a dirmi che le volte nelle quali si sarebbero visti, non era sicuro che sarebbero finiti a far sesso. In quel periodo, mi diceva, voleva parlare con lui... e affrontare la situazione "futuro" anche con Claudio.
Da una parte ci speravo... e tanto. Dall'altra no... per niente, perché c'era una sensazione inspiegabile, dentro di me: volevo che Angelica andasse da Claudio per farsi scopare, e che tornasse e mi raccontasse tutto. Ero perennemente eccitato...
Il fatto era che mi vergognavo da morire a dirglielo. Da un certo punto di vista vergogna, certo... ma da un altro era anche paura. Paura che mi sfuggisse tutto di mano: darle il via libera, dirle "Vai, fatti scopare e raccontami tutto" mi sembrava più rischioso del semplice accettare un tradimento fino al momento in cui lei non si fosse "sfogata" e "appagata" col suo ragazzo aitante.
Ancora un'altra sensazione: provare in qualche modo piacere nel sapere scopata mia moglie, la donna che giuravo di amare, la mamma dei nostri due bimbi... beh, mi faceva pensare, in alcuni frangenti, di non essere "normale". Che razza di uomo poteva essere uno che accettava il fatto che la propria donna non fosse soltanto sua? Accettare che la propria moglie facesse sesso con un altro? Avevo paura di essere "malato"...
Per fortuna c'è internet.
Sì perché... se non ci fosse stato internet, con chi mi sarei potuto confidare? Come avrei potuto scoprire di appartenere ad una categoria ben precisa di uomini?
Ecco allora che al successivo incontro di Angelica e Claudio, io davanti al pc a cercare su Google cose come "Cornuto", "Essere Cornuti", "Accettare le Corna", "Moglie Infedele"...
Ed ecco che magicamente, dopo varie ricerche, mi si aprono siti di racconti in cui si parla di... "Cuckold". Il passo successivo è stato breve e illuminante: esistevano eccome uomini come me... e in quel momento mi sentii sollevato. Cazzo in mano, cominciai allora a leggere tutto sul mondo dei Cuckold. Ammetto che alcune cose non mi piacevano per niente, come gli atti di sottomissione bisex e cose simili. Ma subito mi tranquillizzavo: non c'era mica scritto un regolamento da seguire? E poi, leggendo dei Cuckold, scoprii una cosa che, dal momento in cui avevo "accettato" la situazione, era diventata una mia fantasia fino a quel momento ritenuta irrealizzabile: vedere con i miei occhi la mia Angelica fottuta, a pochi centimetri, magari lì sul letto... sentirla e vederla godere...
Già, pensate la mia "ingenuità": non pensavo, fino a quel momento, che esistessero così tanti uomini ben disposti a scopare la moglie di un altro davanti al marito. Pensai subito a se potesse essere anche il caso di Claudio: no... non credevo, anche se forse, con coraggio e un po' di tempo, ne avrei parlato con lei... chissà.
Sia chiaro: sto raccontando questa situazione omettendo alcuni momenti, a volte giorni interi, durante i quali non ero affatto sicuro di voler essere un Cuckold. Non è tutto rose e fiori... nei primi momenti. Anzi...
Amavo (e amo tutt'ora) Angelica, e nonostante tutta l'eccitazione che mi creava l'idea di saperla scopata da un altro, ma con la sicurezza del suo amore per me, subito dopo gli orgasmi che avevo il tutto mi piombava addosso spezzandomi in due. È stata dura... e non so in quanti abbiamo provato davvero sensazioni di profondo scoramento come il sottoscritto, prima dell'accettazione totale.
Accettazione totale che avvenne, ricordo bene, dopo il terzo incontro fra Angelica e Claudio dopo la sua confessione. Con l'assenza dei bambini, dai nonni, restammo soli tutto il giorno... e pretesi di voler sapere tutto, tutto di lei, di lui, di loro...
Volevo che mi parlasse di tutto, senza censure, senza freni, senza pietà. Era solo quello che volevo per accettare davvero tutto. E lei, dopo qualche comprensibile titubanza, accettò...
Parlerò di Angelica e Claudio, nel prossimo post, e dell'accettazione totale delle mie Corna e del fatto di voler diventare a tutti gli effetti un Cuckold, e non soltanto un Cornuto...

mjn2j4

La mente è come un paracadute: funziona solo quando è aperta

Uomo che ami parlare molto: ascolta e diventerai simile al saggio. L’inizio della saggezza è il silenzio. Pitagora
 
PM Mail WWW Contacts  Top
0 replies since 27/1/2012, 16:49
 
Reply